Bastione di Saint Remy

Costruito al tramonto del XIX secolo, nel quartiere di Castello, sopra gli antichi bastioni spagnoli della Zecca, dello Sperone e di Santa Caterina, per collegarli tra loro, e collegare la parte alta della città ai quartieri della Marina e di Villanova, il Bastione di Saint Remy deve il suo nome al primo viceré piemontese.
Il Bastione è principalmente caratterizzato da due terrazze, quella più piccola è rappresentata dal Bastione di Santa Caterina, chiamato così per via del Chiostro delle Domenicane che sorgeva in quest’area sino al 1800 quando un brutto incendio lo distrusse completamente. Da qui si gode di una favolosa vista su tutto il golfo cagliaritano, partendo dalla zona del porto e di Santa Gilla, sino alle coste di Villasimius. Si dice inoltre, che proprio in questa piazza, nel 1668 venne progettata l’uccisione del viceré Manuel de los Cobos, marchese di Camarasa, in seguito all’acuirsi dei contrasti tra sardi e aragonesi. L’altra piazza, dedicata ad Umberto I, è la più grande e fu inaugurata nel 1901. Dalla terrazza Umberto I, una bellissima scalinata all’aperto a doppia rampa, dominata dall’arco di trionfo, conduce alla galleria della passeggiata coperta, anch’essa dedicata al Re Umberto I. La galleria presenta qualità artistiche eccellenti, a partire dal colonnato con alte colonne corinzie, marmi, e pareti calcaree. Il Bastione fu parzialmente danneggiato proprio durante la seconda guerra mondiale, al termine della quale venne riportato al suo celebre splendore. Fu utilizzato come piazza per il mercatino dell’usato, mentre attualmente, anima la movida estiva con concerti, sfilate, rappresentazioni ed eventi di vario tipo.
Il Bastione offre diverse possibilità ai turisti e agli abitanti di Cagliari di godersi la splendida vista che la città offre. L’entrata per la terrazza è totalmente gratuita e non vincolata da nessun tipo di orario, né nei giorni festivi né in quelli feriali.